11 settembre, Mille splendidi soli al New World Trade Center di New York

World Trade Center, NY - Mauro Monti

Mille splendidi soli: il titolo del libro di Khaled Hosseini, scrittore americano di origine afghana, descrive bene la sensazione provata nel grande vuoto lasciato dalle torri gemelle; il sole riflesso nel vetro dei grattacieli, riempie di luce e di vita ciò che era stato soffocato da polvere e morte. E il rumore dell’acqua, che scende senza sosta nel profondo dei nostri ricordi, accompagna la preghiera silenziosa di chi fa memoria lasciando un fiore tra le lettere del proprio nome.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *